Domenico Ruffino

Varigotti, frazione di Finale Ligure, in provincia di Savona, ha nell'olivicoltura una delle sue attività secolari. Nel 1125 i Benedettini adottarono un sistema di terrazzamenti per coltivare la poca terra a disposizione sulle montagne della zona, scegliendo di impiantare i primi esemplari di Colombaia. Secoli dopo, l'Azienda Agricola Domenico Ruffino ha iniziato a produrre i suoi oli proprio partendo da tale varietà millenaria, preservando un patrimonio storico unico e, successivamente, affiancando a questa cultivar altre varietà. Sono 850 le piante coltivate, dislocate su più di due ettari di terreno.

A caratterizzare la produzione sono tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale, e la scelta di gestire direttamente le diverse fasi della lavorazione.

Non solo attenzione alla coltivazione, ma anche impiego del compostaggio (frutto di sansa ed avanzi di potatura) come concime naturale. La raccolta, rigorosamente effettuata a mano, precede di poche ore l'estrazione.

Un frantoio avveniristico a ciclo continuo si occupa della frangitura delle olive; dal 2011 è operativo un impianto fotovoltaico. Il rispetto per l'ambiente è evidente anche nella rinuncia a fertilizzanti, diserbanti ed antiparassitari.

Tra i prodotti capaci di raggiungere la notorietà all'estero rientra l'olio evo “Pria Grossa”, ottenuto dalla varietà autoctona Colombaia e caratterizzato dai riflessi verdi e da aromi nei quali emergono note di rosmarino e carciofo. Questo prodotto ha vinto il premio come miglior monovarietale in purezza a livello mondiale.

Domenico Ruffino è stato citato anche sulle pagine della "Guida ai migliori oli del Mondo" in ben due occasioni (rispettivamente nel 2006 e nel 2007) al termine di una dettagliata serie di analisi e degustazioni. Gambero Rosso ha voluto premiare l'olio “Pria Grossa”con diversi riconoscimenti nel corso degli ultimi anni.

Nessun prodotto corrispondente alla selezione è stato trovato.